Giuseppe Fedeli

Opere letterarie


Category: Opere di prosa

Ciao, Luciano

«Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati» (Mt 5,4) Te ne sei partito senza neanche avvertirci. Luciano caro, la morte non fa sconti a nessuno; e la tua morte come quella di tutti noi mortali, passate le solite stucchevoli frasi di circostanza e i gesti rituali, passerà a sua volta silenziosa, volerà  via […]

LA BICICLETTA

La bicicletta…Alessio?… ricordo, padre, una delle tue ultime frasi, steso sul tuo letto di dolore… quanti ricordi si dipanano raggomitolandosi, le salite le discese le acrobazie  per restare in equilibrio sul velocipede “graziella”!…tutto grazie a te, alla tua infinita pazienza infarcita di “benevole” imprecazioni, perché non ti volevi arrendere al fatto che io non sapessi […]

PER L’ASPRO MONTE

Talvolta l’Onnipotente ci consente di gustare una goccia del suo Mare Dopo 160 anni, è stato presentato ad istituzioni, stampa e cittadini il progetto di restauro conservativo e di adeguamento sismico del Santuario della Madonna dell’Ambro (dalla contrazione di Am(a)rus, a motivo dell’asprezza della pietra). Immerso in un’ampia gola, tra Monte Priora (2.333 m) e […]

“Non” sarà una chimera…

Per la prima volta è stato creato in laboratorio un embrione ibrido uomo-pecora, in cui una cellula su 10.000 è umana. Un anno fa circa era stato realizzato un embrione di uomo e maiale dallo stesso gruppo di ricerca, dove le cellule umane erano una su 100.000. L’annuncio arriva dagli scienziati dell’università della California Davis […]

Luce da Luce

Gioia, a carpirti così “lontana”, Virtù Sapienza che tutto sana in Te luce, a Te conduce il Primo Respiro di Luce È alla Luce che tendiamo. Un raggio di sole può ridare speranza, un briciolo di conforto; la luce vince le tenebre, e la notte che le soccombe mantiene sempre la promessa dell’alba: così ha […]

Neve

Mi riporti all’infanzia, alla casa dei nonni… alla stufetta a legna, all’odore del pane abbrustolito con sopra il formaggio che squagliandosi colava giù dalla fetta…a noi che, presi dalla eccitazione, ci affacciavamo ogni cinque minuti alla finestra munita di scuri per spiare tra le feritoie se la fata bianca continuava a volteggiare nel cielo brumoso…quest’anno […]

DOVE poi

“Chi insegnasse agli uomini a morire, insegnerebbe loro a vivere” (M. de Montaigne ) Orbite spente, occhiaie vuote, volti inespressivi ti guardano attraversandoti: qui si muore due volte perché si è già morti, vuoi per decreto inappellabile di Madre Natura, vuoi perché ci si è rifugiati qui dopo che il terremoto ha strappato via con […]

Gli invisibili

Un esercito silenzioso che non chiede, se non di (che) sopravvivere. Sono  gli invisibili, quelli che la vita ha messo all’angolo, e che hanno per dote uno straccio di che coprirsi e qualche obolo di fortuna, talvolta un animale a far compagnia. Dignitose  fantasmatiche presenze, la vita è stata particolarmente cattiva con loro; o meglio […]

La statua di sale

Da molti ( e da tempo) definito, a ragione, il paese delle banane (o dei cachi), io preferisco affibbiargli una “qualificazione” diversa: Italia, paese dei paradossi (ed uso un eufemismo). Un  confronto a mo’ di esempio (tra i tanti che si potrebbero fare): da una parte, un solerte (quanto silente) “formicaio” di volontari; dall’altra una […]

NON SAPPIA LA (MANO)DESTRA…

“video meliora proboque, deteriora sequor”(Ovidio) C’è un vecchio detto che recita: “fa più rumore un albero che cade che un’intera foresta che cresce”. La metafora/allegoria vuol significare  che il bene non fa mai rumore, mentre il male sì: un rumore assordante, cupo. Ovviamente esigenze di testata (e di cassetta) impongono ai maggiorenti di turno che […]