Giuseppe Fedeli

Non solo diritto


Luce da Luce

Gioia, a carpirti così “lontana”,
Virtù Sapienza che tutto sana
in Te luce, a Te conduce
il Primo Respiro di Luce
È alla Luce che tendiamo. Un raggio di sole può ridare speranza, un briciolo di conforto; la luce vince le tenebre, e la notte che le soccombe mantiene sempre la promessa dell’alba: così ha scritto un grande poeta. Curvi sulla trita quotidianità, il fango alle ginocchia, i pensieri non si fermano, sono in caduta libera. Ma una spera di sole si fa strada tra la nuvolaglia densa e minacciosa, e il palpito di vita diventa linfa rigenerante. Al di là del mio essere “esistenzialista” -sono stato definito tale da un prevosto di spessore-, godo infinitamente dell’azzurro delle lunghe giornate estive, e di quelle parentesi di tepore che scandiscono le stagioni. Non è soltanto una questione di serotonina: il benessere viene da dentro, e così possiamo riversarlo nei rapporti con gli altri, trasformandolo in energia positiva. Ma soprattutto guardare al Cielo. Quel Cielo a cui ognuno di noi da sempre anela